mercoledì 21 novembre 2007

ODE A SASSARI


Ragazzi, c'è un poeta tra gli appassionati frequentatori di questo blog semiserio.

Ci ha scritto una mail su sassareserie@gmail.com e ci ha regalato un suo "contributo" come l'ha chiamato lui. Una piccola ODE a Sassari, alla città e ai suoi abitanti.

Chi è l'autore ??? Su Sassareserie è garantito a tutti l'anonimato e gli abbiamo chiesto di scegliersi un ingiuglio per firmarsi sul blog.
In onore del vecchio pontefice massimo dei goliardi sassaresi "Boccione" il nostro poeta si chiamerà "BOCCIETTA". E gli diamo il benvenuto.


Qui dentro ci dedichiamo senza freni alla cionfra libera, allo scazzio fine a se stesso.
Ma ci è piaciuta l'idea di questa ODE A SASSARI e la pubblichiamo volentieri.


Amo Sassari, non me ne vergogno.

Sassari e’ una fede, e’ un modus vivendi, e’ una religione.
Molti non la amano e la disprezzano,
in alcuni momenti la amo di meno, ma sotto sotto mi piace sempre.

Sassari e’ bella d’estate e d’ inverno, ma anche in primavera:
forse un po’ meno in autunno,

Amo Sassari e i sassaresi, popolo cionfraiolo divertente, esuberante
a volte ingrato e scroccone ma pur sempre sincero e genuino.

Amo la Sassari mattutina resa frenetica dai lavoratori,
i profumi emanati dai panifici al centro storico,
le belle giornate dal freddo pungente,
i commercianti incazzati per il poco lavoro,
pochi guerrieri che resistono alle grandi distribuzioni:
macellai, artigiani, calzolai ecc.


Amo la Sassari di sera, i buonasera e i ragazzi che passeggiano quotidianamente in centro,
i bar tutti pieni, una birretta con gli amici,
il giro per i negozi, la faine’ in via usai, o un sempre attuale panino con i polpi.

Amo la Sassari dicembrina, quella della liberAtio e della faradda di li carruzzi.

Amo la gente di Sassari, i matti, le macchiette innocue;
persone spesso disagiate, ma sempre felici,
sempre pronte a divertirsi in ogni situazione “puru si v’e’ ariabascia” a casa.
E ”.. no vi so dina’ ".

E’ stupenda Sassari d’ estate, i pellegrinaggi in quel pezzo di paradiso
naturale e umano chiamato PLATAMONA, dove si mescolano
e dove si possono trovare affiancati i vari strati sociali della citta’.

Sassari delle arrostite continue, delle graticole piene e delle cotture memorabili,
dei candelieri e della commozione legata a essi.

Sassari e’ la nostra citta’, non si puo’ disprezzare.

IO amo tutto di questa, monotonia e luoghi comuni compresi.


BOCCIETTA

3 commenti:

BOCCIETTA ha detto...

mi fa piacere che l' ODE ti sia piaciuta......continuate cosi',e aggiornate questo blog che e' uno spettacolo!

p.s un altra sassaresata bolle in pentola.....

DIGHIDIDERA ha detto...

compliemnti..bella Ode.. benvenuto a Boccietta.. ora sassari la amo di piu anche io...

DIGHIDIDERA ha detto...

compliemnti..bella Ode.. benvenuto a Boccietta.. ora sassari la amo di piu anche io...

etichette

 
Blog Information
MigliorBlog.it