sabato 15 dicembre 2007

AUGURI DA SASSARESERIE E SIRIO

ARRIVANO LE FESTE DI FINE ANNO
ANCHE QUEST'ANNO BABBO NATALE TROVERA'
AD ATTENDERLO IL MIGLIORE AMICO DEI SASSARESI


IL TRENINO SIRIO !!!!
(ANCHE SE NON SE LO CAGA NESSUNO)
AUGURI



15 commenti:

Anonimo ha detto...

Voi seddi tutti ganti macchi ........
e puru un bè toghi !!!!!!!!

BUON NATALE puru a voi ......

crescosotto ha detto...

Grazie e tanti auguri......

A quelli che quando ne pensano una zi ra farani finza all'isthazioni oooooh yeeaaaa !!!

MINCIALLEGRU ha detto...

Bella mossa soci .....

Buon Natale a tutta Sassari

cabbu di ciuppa ciuppa ha detto...

Kez!!! i tram (vai a farlo capire al sassarese mondezzino che i tram sono quelli dele rotaie...) come Sirio li hanno da tempo a Milano E NESSUNO LI PUÓ SOPPORTARE!!! DAI PASSEGGERI AI TRAMVIERI!!!!! Cazz che bell'acquisto...

Ciccittamunto ha detto...

Tutti li bolthi chi mi l'abbaiddu mi zi ischappa la risa (notare la sintassi inappuntabile, meditate gente)

cabbu di ciuppa ciuppa ha detto...

No, aspè... ma già girando sta?

zincuzzentu ha detto...

e va bè chi no vi ssei in Sassari, ma già è dui dì chi Sirio z'è rumpendi li guglioni........ e dabboi jira bioddu. Boh boh!

cabbu di ciuppa ciuppa ha detto...

chissa isthiu nu andava. ... i catta... bioddu... cessss....

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

buon natale a tottusu !!!!

Anonimo ha detto...

VIVA SASSARESERIE
VIVA BABBO NATALE

ABBASSO SIRIO

narratore ha detto...

vorrei chiedere alla redazione di sassareserie se potreste aggiungere il nostro blog ai vostri link

Tino ha detto...

Sistema dei parcheggi e viabilità a Sassari, 14 dicembre 2006 salone vigili urbani ore 17.30

- Antica città murata fino ai primi dell’ottocento, adesso vasta cittadina non più con i suoi rioni a misura d’uomo, ma grandi quartieri periferici e grosse borgate, immaginate che il solo centro storico è un quartiere e, negli anni cinquanta, ci vivevano 40.000 abitanti, adesso appena un decimo.
La carenza di parcheggi tutta via si sente ugualmente, non solo per i residenti ma anche per chi deve recarsi al centro, dove è ubicata la maggior parte degli uffici pubblici.
Si sta sopperendo a questa mancanza con la realizzazione di alcuni parcheggi sotterranei, uno di questi già ultimato, Piazza Fiume; a mio avviso scelta sbagliata, perché, se si realizzano parcheggi al centro, oltre a quelli esistenti nelle pubbliche vie, si crea più traffico e si rallenta la già precaria viabilità esistente.
Perciò, assieme a questi parcheggi si dovrebbe creare, una volta per tutte, con gran coraggio e determinazione, un’area pedonale che in qualche modo gratifichi il pedone, rendendolo protagonista nella sua città, non solo uomo da marciapiede, ma anche delle intere vie, vuote di auto e piene di gente che transita in luoghi più salutari.
Naturalmente tutte quelle attività commerciali, che ancora bene o male resistono, otterranno più vantaggi e produrranno economia e reddito locale per l’intero centro.
Per la cronaca, sappiate che molte città d’Italia, non avendo un centro storico come il nostro, se lo hanno inventato e assieme anche l’isola pedonale, risolvendo contestualmente problemi di viabilità, commerciali e soprattutto sociali.
Un particolare inaccettabile è la vendita di parte della città a grossi imprenditori, a proposito di parcheggi a pagamento nelle vie pubbliche; intanto non condivido la gestione concessa ad un’impresa addirittura straniera, né tanto meno alcune decisioni di disegnare stalli in alcune vie dove vi è alta densità abitativa, per esempio: via Roma alta e via Armando Diaz, le cui case costruite da i primi del novecento fino a cavallo degli anni cinquanta del secolo scorso, non si é pensato allora di dotare gli stabili di garage o posto macchina. Questo sistema é una grave penalizzazione per i residenti che si vedono costretti cercare alloggio per le loro auto in zone limitrofe, contribuendo a penalizzare anche altri residenti, con il solito sistema di chi arriva prima.
Terapia finale quindi per questa martoriata città e in alcuni casi anche mortificata, a mio modesto parere, proporrei che i parcheggi non fossero realizzati sotterranei al centro della città, ma agli ingressi. Naturalmente le strutture dovranno comprendere diversi servizi tra i quali: custodia, lavaggio,punto di ristoro, eventuale assistenza tecnica etc. Il più importante servizio non dovrà mancare e precisamente: la predisposizione di un servizio navetta da e per il centro a ritmo continuo, naturalmente il tutto gestito dall’all’Azienda Trasporti Pubblici Urbani, a titolo gratuito, cioè compreso nel prezzo del parcheggio, magari il tutto svolto con nuovi mezzi ecologici gommati.
Per quanto riguarda la viabilità a Sassari, o ancora meglio il piano del traffico, fermo al 1984, ricordo l’incarico conferito all’Ing. Fiori, appena ventidue anni di ritardo! In compenso però, una metropolitana di superficie attraversa impunemente la città, condizionando notevolmente la viabilità di quelle zone sensibilissime, creando notevoli disagi. Abbiamo notato che la metropolitana, non si è adattata alla viabilità esistente, ma la città stessa in quella zona, si è dovuta arrangiare alla sua presenza, inopportuna e, se proprio debbo usare un termine più appropriato: la chiamerei la grande intrusa in una città che non può reggere la sua presenza, se non dopo che sia operativo un adeguato e serio piano del traffico.
Tino Grindi

Roby67 ha detto...

Ebbeee! Buone Feste a tutti "ganti"!!

Alessandro ha detto...

buon 2008!!!!!!!!

etichette

 
Blog Information
MigliorBlog.it