giovedì 12 ottobre 2006

NUOVE IDEE DI SASSARESERIE DA CONSERVARE ??



Cari appassionati di SASSARESERIE



Dopo un mese circa di cionfra in rete, zi semmu abbizzaddi che di molte Cose e Cosette di Sassari e Dintorni (come dice il grande Manlio Brigaglia accudiddu, ma più sassaresu di noi !!!) v'hè gana di fabbiddà, iscribì e buffunà un bè.


Abbiamo proposto con successo:

  • decalogo del sassarese al mare (di anonimo che stiamo ancora cercando)
  • rapporto dei sassaresi con il turpiloquio
  • raccolta degli ingiugli
  • raccolta dei "sindagghi"
  • raccolata di "modi di dì" e frasthemmi
  • accademia dello zimino e ziminate (nel canale a parte ...)
e zi semmu un pogu divertiti.
ma: QUANTE SASSARESERIE DOBBIAMO ANCORA RICORDARE ???

TANDU: commentando questo articolo o inviando una e-mail (il collegamento è in alto a destra, oppure basta scrivere a: accademicidellozimino@gmail.com) portate le vostre idee.

Argomenti, boni pa fazzi dui risati, vi ni sò zincumiria ............

A zent'anni a tutti ganti

15 commenti:

Dicchi cani truddioni ha detto...

ok... siccome mi sto sparando una raccolta di giovannino giordo in mp3, prendo l'occsione al volo: avete notato che su internet non si trova UNO CHE UN testo di una canzone in sassarese?? vabbè che è tutta tradizione e si passa di chitterra in chitterra, ma sarebbe una figata fare il primo canzoniere di sassari!!!

(ah nn si trova nulla manco su benito urgu... altro mostro sacro!!!)

ryoga82 ha detto...

sto preparando un articolo per voi tutto

Anonimo ha detto...

ok.... secondo me sarebbe bello abbinare dei luoghi tipici ad avvenimenti capitati a sassaresi "famosi"

azzizzazzemmu ha detto...

Quoto dicchi cani truddioni

crescosotto ha detto...

straquoto truddioni che di musica già dal nome se ne intende

ryoga82 ha detto...

FENOMENOLOGIA DEL MONDEZZINO

Secondo recenti studi delle teorie evoluzionistiche di Darwin, l'anello mancante tra l'homo sapiens sapiens e l'homo di Cromagnon potrebbe collocarsi nella figura del mondezzino sassarese.

Recenti studi hanno dimostrato che la sua provenienza è collocabile intorno alla zona del Monte alto, anche se l'evoluzione ha dato i maggiori frutti sopratutto nelle zone periferiche quali S.Maria di Pisa e Latte Dolce, con un inconsueto quanto prolifico addensamento in via Ugo la Malfa.

Veniamo a descrivere le principali caratteristiche morfologiche e sociologiche del mondezzino:

Il mondezzino predilige le ore post-meridiane per far sfoggio di tutta la propria caratura culturale.
Non sarà difficile per un cultore antropologico, l'avvistamento sui tram 1 e 3; senza dimenticare la collocazione in Piazza Castello, anche se recenti studi ne prevedono il ritorno in Piazza Fiume.

Il mondezzino ha solo due argomenti di discussione:
a) la moto
b) le risse

Per quanto riguarda l'argomento moto, il mondezzino è una miniera di sapere, nonostante il fatto che la discussione faccia perno su alcuni topos tra cui:
"i pezzi da novanta"; "marmitta polini"; "me la faccio preparare da mariani"; "strozzature"; "ni succia umbè"
I discorsi son sempre accesi e l'attenzione del mondezzino è sempre ai massimi livelli quando si parla di ciclomotori e preparazioni affini.

Di chiaro stampo mondezzino sono i racconti sulle risse.
Essi in genere vengono fuori quando il mondezzino ha esaurito gli argomenti (quindi piuttosto di frequente visto che può optare solo sulla conoscenza della moto).
Generalmente il mondezzino che racconta di una rissa in cui era uno dei due protagonisti, sarà difficile che racconterà di una sconfitta.
La tendenza è quindi quella di una narrazione romanzata, dai tratti fortemente epicizzati, nel quale il protagonista viene provocato e sfidato in battaglia, e con strenuo valore dimostra la propria virilità disarcionando il nemico.
Naturalmente i toni sono di tutt'altra caratura:

"e caz chiddu mi fazzi caz... e allora io caz ni boggu la catena dalla moto e s'è cagliaddu muddu".

Possiamo vedere quindi come in ogni caso la moto torni sempre e comunque in ogni argomento.

Trattasi davvero di un elemento catartico per il mondezzino, che ne contraddistingue l'efficacia e maggiori carte da giocare per la giostra dell'accoppiamento.
Generalmente Zip, Phantom, F10, Typhoon, Califfone (nei tempi d'oro).

Abbigliamento del mondezzino:

in moto: Casco indossato tanto per non prendersi la multa, praticamente ad altezza cervelletto con cappellino essenza indossato sotto.

in giro ESTATE/INVERNO: Giubbotto nero con pellicciotto, jeans e scarpe Cult con punta in ferro (ottima per le risse). Magliettina attillata con deodorante (badate bene DEO-DO-RAN-TE: la parola profumo non è compresa nel vocabolario)AXE Africa spruzzata non sulla pelle ma direttamente sopra gli indumenti: circa una lattina di prodotto ogni volta che esce. Gel dei cappelli marca DATREDIZZI di cui il vero mondezzino in assoluto si scorda di spalmare bene lasciandone qualche residuo visibilissimo.

Le teorie sulla prossemica (studio della distanza sociale) hanno una ramificazione particolareggiata per quanto riguarda lo studio di questa categoria sociale:

DIVERTITO: collo in avanti che oscilla, bocca semi aperta ed esclamazioni del tipo "caz troppo togo, caz oh pazzo".

INCAZZATO: vena del collo in procinto di esplosione, rossore improvviso, movimenti convulsi e a scatti di spalle e braccia. Ricerca spasmodica di una locazione tra due compari per far finta di farsi trattenere dal picchiare qualcuno.

PROVOCATORE: sorriso beffardo, mano che mena schiaffetti e la tipica espressione: "mi sei pigliendi pa lu guru?".


Sul tema dell'innamoramento gli studiosi dibattono lungamente se si tratti di vero e proprio sentimento metafisico o semplicemente di estro sessuale tipico del maschio che entra in calore: nel dubbio ci asteniamo da qualsiasi commento a riguardo in attesa di ulteriori sperequazioni.

Questa lista è chiaramente di tutti, può essere corretta allargata completata. Preciso infine di non avere niente contro chi si veste o si comporta più o meno come ho anche un po' fantasiosamente descritto, avendo io un bel po' di amici così.
era insomma una cosa pà ridì e non per offendere.

pecora nera ha detto...

bella ryoga!
Grazie alla tua osservazione cogli un grande aspetto del tipo ideale di "mondezzino".
Vista la tua bravura nelle descrizioni, è troppo chiedere una chiosa anche sulla ragazza del "mondezzino"? (mi vengono in mente quelle "pizzinnedde" che siedono dietro il motorino truccato, d'inverno hanno la pancia scoperta etc...)

ryoga82 ha detto...

grazie :-) quando torno da lavoro stanotte lo faccio se mi viene qualcosa in mente.
ma aggiungete anche voi, è un tema aperto a diverse osservazioni.

ryoga82 ha detto...

La compagna del mondezzino ama stare l'ottanta per cento del suo tempo sopra il ciclomotore del suo ragazzo, quasi come gli Unni passavano la maggior parte del tempo a cavallo.

Generalmente le mondezzine indossano sorta di pellicciotti bianchi nei mesi invernali, mentre in quelli estivi prediligono magliette corte sopra l'ombelico, fuseaux consunti e zeppe mai in disuso.
prediligono il casco a scodella col rivestimento rosa De puta Madre.

Sono loro a scegliere il maschio per la copula e secondo alcuni studiosi la scelta ricade o sul leader della greffa o sul possessore del miglior mezzo di trasporto.

Le mondezzine al contrario di quanto si possa ritenere basandosi su un'analisi superficiale, non sono affatto dedite ad ogni lascivia.
La loro ferrea educazione cattolica impone una sorta di pudicizia piuttosto estremizzata nei primi tempi del rapporto con il mondezzino, il quale però -esperto amatore e conoscitore a orecchio di canzoni struggenti in LA Minore- sa come capovolgere ogni situazione.

Si passa quindi da una fase di pudicizia ad una di totale esternazione delle proprie pulsioni. vediamo qualche es.

"oh ascò Chiarè, mi sto imboscando con Tore a crocerare dietro quei cassonetti".

"caz, ho scopato così tanto chistha ghedda chi mi fazzini mali le ovaie".

Le mondezzine ultimamente hanno preteso dai loro compagni, maggiori attenzioni non sessuali.
Ora è probabile che questa condizione sia dovuta al fatto che le mondezzine, uscendo nel tardo pomeriggio, passino il tempo a confrontare i loro maschi con quelli di Uomini e Donne e di quel romanticumine patinato e pacchiano.
Non è ancora una certezza, ma non è del tutto da escludere.

Sui tram le mondezzine non parlano tra di loro: urlano.
sarà capitato a chiunque di salire sulla uno o la tre e vedere qualche ragazza ipertruccata e pensare:

"beh se avesse meno trucco sarebbe proprio carina".

Poi quella stessa riceve una chiamata al cellulare con la suoneria di Mango e ne esce da bocca una voce che ti ni fazzi passà tutta la gana.

Sulla tonalità di voce della mondezzina non è possibile soffermarsi in maniera adeguata in questa breve analisi; ma distinguiamo comunque almeno due timbri vocalici:

-vagamente sussinca (uso frequente dell'intercalare "gaz")

-lattedolcina (uso frequente dell'intercalare "cioè" "troppo bono").

Concludiamo con una delle cose più belle offertici dalla città di Sassari: il litigio tra mondezzine.

Generalmente causato da due fattori:

a) la tipa si sta crocerando il ragazzo dell'altra
b)la tipa sparla dell'altra

La mondezzina non attende di chiarire se le voci che sono arrivate al suo orecchio siano vere o pretenziose; essa parte all'attacco come un amazzone, ma raramente si raggiunge lo scontro fisico; accesissimo è invece lo scontro verbale.

La componente ironica risiede nel fatto che la mondezzina chiama la sua vittima in disparte, in modo da non attirare l'attenzione verso di se; ma bastano pochi secondi perchè tutta piazza castello (esempio frequente) si raduni davanti all'acceso diverbio di natura antropologico-territoriale.
Concludiamo con alcune tra le più frequenti affermazioni durante questi litigi, poichè non ci può essere miglior caratterizzazione se non quella offerta da questi esempi:

"oh bella bè stai molto attenta"

"mi ci metti quattro palmi di faccia in culo"

"ma cosa sei dizzendi che ti hanno visto tutti con Barroccu dietro la COOP".

Anonimo ha detto...

Carissimi.
E'giunto l'atteso momento dell'"outing" del misterioso autore del decalogo del sassarese al mare. Eccomi.
Con immenso piacere noto che attorno al mio decalogo (con 8 regole e non 10)si sia creato un movimento artistico-culturale di notevole portata per la città di Sassari e vedo che in molti si stanno cimentando in descrizioni socio-antropologiche di notevole interesse. Chiariamo alcuni misteri sulla madre di tutte queste opere di elevato spessore. Intanto
il decalogo ha 8 regole e non 10 per il semplice motivo che dopo l'ottava mi sono rotto le balle di scrivere. Ho letto da qualche parte qualcuno che si lamentava perché il decalogo risultava offensivo nei confronti di persone che a Sassari sono sempre state emarginate; sia chiaro che quanto scritto non è riferito a nessuno in particolare e non ha certo l'intenzione di offendere o giudicare nessuno. Si tratta semplicemente di una serie di stronzate (è qualcuno ha fatto bene a sottolinearlo) buttate lì per ridere in tipico stile cionfraiolo. Altri hanno sostenuto che il decalogo esisteva già dagli anni ottanta. Balle. L'opera, anzi il capolavoro (modestamente) è stato concepito e scritto a metà luglio del 2006.
Poiché non credo che contribuirò in futuro alla stesura di nuovi capolavori di cotanta intensità letteraria, auguro ai miei "discepoli" un buon lavoro, soprattutto a ryoga82 che mi pare abbia di gran lunga superato il maestro nella sua opera prima dedicata alla controversa figura del Mondezzino.
Saluti a tutti.
Il misterioso autore del decalogo del sassarese al mare.

pecora nera ha detto...

sono talmente curiosa che mi piacerebbe, aquesto punto, conoscere tutta la famiglia del monzzino... qual è il suo background? da dove origina? dai rya'!!! ti aspettiamo...

pecora nera ha detto...

(veramente era ryo' e non rya'!)

sassari 56 ha detto...

Qualche anima pia spiega a un povero cinquantenne sassarese chi è il mondezzino. AL paninaro o al metallaro ancora ci arrivo, ma il MONDEZZINO davvero lo conocsco solo dalle pennellate di ryoga ......

grazie davvero ....

beddu tecciu ha detto...

perchè non parliamo delle frasi mezzo in italiano e mezzo in sassarese a tipo
" Si stava dando volta " ,
" non mi buriare " etc etc "

Anonimo ha detto...

Looks like you are an expert in this field, you really got some great points there, thanks.

- Robson

etichette

 
Blog Information
MigliorBlog.it